POKER - TORNEI, REGOLE, VARIANTI

Le varianti del poker che abitualmente troviamo nelle poker rooms sono:
  • Texas Hold'em è il più classico e di gran lunga il più giocato. Le fasi di gioco sono le seguenti:
    • buio e controbuio prima della distribuzione delle carte;
    • preflop: distribuzione di 2 carte ad ogni giocatore dette pocket cards;
    • flop: vengono distribuite sul tavolo 3 carte comuni (dopo aver bruciato una carta);
    • turn: viene scoperta la quarta carta comune (dopo aver bruciato un'altra carta);
    • river: viene scoperta la quinta e ultima carta comune (dopo aver bruciato un'ultima carta);
    • showdown: vengono viste le mani e premiata la migliore.
    • Ad ogni mano ciascun giocatore può passare (fold), chekkare (check), vedere (call), rilanciare (raise). L'insieme delle carte a disposizione del giocatore è quindi formato dalle 2 pocket cards personali più le 5 community cards (che prendono anche il nome di board.
  • Omaha giocabile nella versione classica e nella versione "Hi-Low". La differenza con il Texas Hold'em è che qua le pocket cards sono 4 e la combinazione migliore si ottiene obbligatoriamente utilizzando 2 carte personali + 3 a scelta fra le community cards.
    Nella variante Hi-Low il piatto viene equamente diviso fra la combinazione alta e quella bassa (ottenuta utilizzando le carte fino all'8). Per essere qualificata la mano bassa le community cards devono necessariamente contenere 3 carte diverse di valore compreso fra l'asso (inteso come 1) e l'8.
  • 7 Card Stud Poker ogni giocatore riceve 7 carte (prima 3 di cui 2 coperte e 1 scoperta, e poi una per volta con altrettanti turni di scommessa tutte scoperte fuorché l'ultima che invece è scoperta).
  • Horse Poker sta via via prendendo sempre più popolarità e necessita di una buona abilità da parte del giocatore perché deve destreggiarsi in 5 diverse specialità: il Texas Hold'em, l'Omaha Hi-Low, il Razz, il 7 Card Stud e il 7 Card Stud Hi-Low.
  • Il Razz segue le modalità del 7 Card Stud ma la combinazione vincente è quella composta dalle 5 carte più basse diverse fra loro (non contano scale e colori). La combinazione viene letta dalla carta più alta a quella più bassa come fosse un numero di 5 cifre (l'asso vale 1). Per esempio: 8 7 6 5 4 batte 9 4 3 2 A poiché 87.654 è minore di 94.321.
  • altri giochi minori sono Draw Poker, 5 Card Stud, Lowball, Crazy Pineapple, ed altri ancora...

Le partite si dividono in:
  • partite cash (o ring): il giocatore sta al tavolo quanto tempo vuole e ogni piatto che vince sono soldi che si porta a casa. In Italia questa modalità ha visto la luce solo nel 2011;
  • tornei poker dove ogni giocatore baga un buy-in di iscrizione (quota iscrizione+fee d'ingresso) e riceve un certo numero di chips pari a quello degli altri concorrenti. Chi rimane senza chips viene eliminato e alla fine del torneo i vincitori vengono premiati con cifre prestabilite (che variano a seconda del numero dei partecipanti e del buy-in).

I Sit & Go possono essere:
  • a tavolo singolo (in genere sono 9 o 10 giocatori e vanno a premio i primi 3; oppure si gioca in short hand con tavoli da 6 e vengono premiati i primi 2; o ancora ci sono gli heads-up dove si sfidano solo 2 giocatori). Ci sono naturalmente delle varianti con sit dove prende tutto il primo classificato ed altri dove invece pagano i primi 4 classificati. Ultimamente stanno prendendo campo i Sit & Go Double Up dove metà dei partecipanti raddoppiano la cifra investita;
  • multitavolo: da 2 tavoli in su. Le posizioni premiate variano naturalmente a seconda del numero di tavoli e della room dove si gioca: generalmente con 2 tavoli vanno a premio i primi 4 classificati, con 3 tavoli i primi 5, con 5 tavoli i primi 7 o 8...
I Sit & Go iniziano al momento che è stato raggiunto il numero di iscritti previsto.


I tornei poker hanno un'ora di inizio programmata per cui non vi è un numero di partecipanti prefissato. Il numero di partecipanti viene aggiornato costantemente via via che ci sono nuove iscrizioni e defezioni ma il numero esatto lo si sa solo alla chiusura delle iscrizioni.
I giocatori premiati sono di norma almeno il 10% del totale degli iscritti.
I tornei poker freeroll sono quei tornei dove il giocatore non paga alcun prezzo di iscrizione: sono cioè gratis! L'ingresso a questi tornei può essere libero per tutti oppure riservato solo a quei giocatori in possesso di determinati requisiti. Nei tornei freeroll è necessario iscriversi tempestivamente poiché nelle poker rooms più grandi il numero massimi di iscritto viene presto raggiunto.

A seconda dei limiti possiamo avere i tavoli:

  • FL (Fixed Limit) dove il limite della puntata è fissato da regole precise (in genere sono così i tornei di 7 Card Stud, molti tornei di Omaha e diversi tavoli di Texas Hold'Em);
  • PL (Pot Limit) dove il massimo della puntata è pari al piatto - pot - (alcuni tornei Omaha, diversi tavoli di Texas Hold'Em);
  • NL (No Limit) dove non ci sono limiti per le puntate (diversi tavoli e la quasi totalità di tornei di Texas Hold'Em).